Atlete

Si allenano anche due volte al giorno, eppure non vengono considerato professioniste. Vincono tantissimo, le loro storie entrano nell’immaginario collettivo dando lustro a un intero Paese, ma rispetto ai loro colleghi uomini affrontano un percorso fatto di molti ostacoli, pochi soldi e ancora meno diritti. Sono le campionesse dello sport italiano a cui è dedicato un progetto speciale del settimanale Donna Moderna.

Oltre a occupare una sezione del sito web del magazine di Mondadori, il progetto ora è anche un podcast, prodotto da Piano P. Si chiama Atlete, è condotto da Gianluca Ferraris e potrete ascoltarne ogni puntata attraverso le principali app (Spreaker, Acast, Stitcher) oppure cliccando sul visore qui sotto.

Mamma italiana, padre congolese, Sara non è soltanto il capitano della Juventus e della Nazionale. Da due anni è anche consigliere federale della Figc e presidente della Commissione sviluppo del calcio femminile. Insomma, è una delle atlete simbolo di questo progetto speciale della redazione di “Donna Moderna” che, oltre ad avere uno spazio dedicato sul sito del settimanale, ora arriva in versione podcast.
Sara è nata a Trieste, è cresciuta per strada e si è affermata giocando anche nel Paris Saint-Germain. In questa puntata, ci parla dei suoi inizi, del modo in cui il calcio femminile sta finalmente crescendo in Italia e, insieme all’allenatrice bianconera Rita Guarino, delle difficoltà che comunque continua a incontrare: pur allenandosi anche due volte al giorno, non è ancora considerata una professionista.
In questa prima puntata, un’introduzione del direttore di Donna Moderna, Annalisa Monfreda.