Le Fiandre da assaggiare

Un waffle completamente ricoperto di cioccolata in primo piano, mentre sullo sfondo si intravede il profilo di una romantica città medievale: eccola qui una delle foto irrinunciabili per chi si reca nelle Fiandre per la prima volta. Al di là delle mode e di certe abitudini turistiche ricorrenti, è inevitabile soffermarsi sulla bontà dei prodotti enogastronomici di quel territorio, che concentra uno dei suoi numerosi talenti proprio in cucina.

Per questo, nel podcast Jan van Eyck è stato qui, prodotto per VisitFlanders, abbiamo voluto dedicare ampio spazio al cibo, che è sempre stato un aspetto fondamentale della cultura fiamminga (e non è un caso, infatti, che il grande pittore a cui è dedicato il 2020 della cultura fiamminga lo inserisca spesso nelle sue opere). Una tradizione secolare, che parte dal Medioevo e arriva fino ai giorni nostri. Sapevate, ad esempio, che il Belgio è il Paese in Europa con la più alta concentrazione di chef stellati under 35? Li chiamano Kitchen Rebels, per la loro capacità di rielaborare le ricette del passato in modo assolutamente creativo e inaspettato.

Clicca su questa immagine per ascoltare la serie di podcast

Al cibo abbiamo dedicato un intero episodio, il quinto, partendo da alcuni frutti che al tempo di Van Eyck erano considerati esotici: quattro arance, che compaiono in uno dei dipinti più celebri del maestro, Il ritratto dei coniugi Arnolfini, esposto alla National Gallery di Londra. A spiegarci perché quei frutti fossero così rari sono Massimo Montanari, il più importante storico dell’alimentazione in Italia, e la voce che abbiamo immaginato di dare a Costanza Arnolfini.

Tra praline di cioccolato, patatine, asparagi e deliziose torte di riso, siamo sicuri che questa regione è in grado di soddisfare i palati di chiunque. E se il cibo non dovesse essere un motivo sufficiente, ricordate che anche la birra artigianale ricopre un posto importantissimo tra i prodotti più notevoli delle Fiandre, con decine di tipologie diverse. Prendete nota di tutto e programmate un viaggio da quelle parti non appena questa pandemia ce lo consentirà: se siete in cerca di un ristorante d’eccellenza, di storia, di arte e di incredibili panorami, questa è la regione giusta per voi.

Non vi resta che partire, per ora solo con l’immaginazione, ascoltando Il cibo del mondo e poi le altre cinque puntate della serie dedicata a Jan van Eyck.